Quando le rÚndole le sfrisa la tera el piove de zerto. Quando le rondini volando sfiorando la terra piove di sicuro. (Proverbio trentino) ...

eCommerce-Commercio Elettronico

Siete in:eCommerce-Commercio Elettronico

E-commerce, in Italia Food&Grocery chiave dello sviluppo.

TAGS ACQUISTI ONLINE, ECOMMERCE B2C, POLITECNICO DI MILANO, NETCOMM

infografica per lecommerce b2c in italia

L'e-commerce italiano è in crescita, ma non riesce ancora a eguagliare e prestazioni di altri mercati più sviluppati, come Francia, Germania e Uk. Il valore degli acquisti online supera in goni caso nel nostro Paese, per il 2018, i 27,4 miliardi di euro, segnando un +16% in 12 mesi, per una crescita assoluta del mercato in valore assoluto pari a 3,8 miliardi di euro. A crescere in modo più sostenuto sono gli acquisti online di prodotto, che segnano un +25% per un valore 15 miliardi, mentre i servizi registrano un +6% e un valore di 12 miliardi. In testa agli acquisti si conferma il turismo, a +6% per un valore di 9,8 miliardi di euro, mentre nal campo dei prodotti a guidare la classifica ci sono elettronica e informatica, con un +18% e 1,4 miliardi di valore, abbigliamento + 20% a 2,9 miliardi, Arredamento (1,4 miliardi e +53%) e Food&Grocery (1,1 miliardi, +34%). Sono i numeri dell’Osservatorio eCommerce B2c promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, presentati oggi al convegno “eCommerce B2c in Italia: cresce il mercato, ma aumenta il valore?”.

L'articolo continua nel link in basso...

CORRIERE COMUNICAZIONI - VAI AL SITO

Non solo moda italiana. Scoppia il caso H&M.

TAGS SALARIO DIGNITOSO, GRANDI RIVENDITORI, CATENA DI FORNITURA, KOUSH MODA

scritta bianca sottolineata su sfondo rosso

I risultati di una ricerca pubblicata oggi, raccolti nel report “H&M: Le promesse non bastano, I salari restano di povertà”, rivelano come molti lavoratori e lavoratrici che producono abiti per H&M vivano sotto la soglia di povertà, nonostante le promesse dell’azienda di pagare un salario dignitoso entro il 2018 e le recenti ingannevoli dichiarazioni sui progressi raggiunti. I lavoratori intervistati guadagnano in India e Turchia un terzo e in Cambogia meno della metà della soglia stimata di salario dignitoso. In Bulgaria, lo stipendio dei lavoratori intervistati presso un "fornitore d’oro" di H&M non arriva nemmeno al 10% di quello che necessiterebbero per avere vite dignitose. Uno dei più grandi rivenditori al mondo, con profitti per 2,6 miliardi di dollari, ha una catena di fornitura con lavoratori costretti a ore eccessive di lavoro per pura sopravvivenza.

L'articolo continua nel link in basso...

VITA - VAI AL SITO

LíeCommerce B2C in Italia nel biennio 2016/17

TAGS DIGITAL BRIDGE, ROBERTO LISCIA, ALESSANDRO PEREGO, POLITECNICO MILANO

poster per netcomm 2018 con scritta grigia e verde

Il mercato legato ai prodotti raggiunge i 12,2 miliardi di euro (52% del totale), grazie principalmente alla crescita di Informatica ed Elettronica (+28%), Abbigliamento (+28%), Food & Grocery (+43%), Arredamento e home living (+31%). Il Turismo rimane il primo settore per valore (9,2 miliardi di euro, +7%). Il tasso di penetrazione degli acquisti online sul totale retail passa dal 4,9% del 2016 al 5,7% del 2017, con i Prodotti al 4% e i Servizi al 9%. Gli acquisti da smartphone, in crescita del 65% rispetto al 2016, superano nel 2017 i 5,8 miliardi di euro. L’Export (ossia il valore delle vendite da siti italiani a consumatori stranieri) vale 3,5 miliardi di euro. “Nel 2017 l’eCommerce mondiale è stato caratterizzato da diversi fatti particolarmente significativi” afferma Alessandro Perego, Direttore Scientifico degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano.

L'articolo continua nel link in basso...

PRISMI - VAI AL SITO

Netcomm Forum: L'ecommerce italiano continua la sua crescita a doppia cifra

TAGS DIGITAL BRIDGE, ROBERTO LISCIA, ALESSANDRO PEREGO, POLITECNICO MILANO

poster per netcomm 2018 con scritta grigia e verde

Negli ultimi anni l’eCommerce è stato il principale acceleratore delle Big Tech Company, che nel 2017 hanno raggiunto i 648,7 miliardi di dollari di fatturato e occupato le prime cinque posizioni nel mercato azionario. L’eCommerce in Italia mantiene le promesse e proseguirà la sua crescita anche nel 2018 con un valore degli acquisti online che arriverà a quota 27 miliardi, +15% rispetto al 2017. Gli acquisti eCommerce di prodotti guadagneranno sempre più terreno facendo registrare un tasso di crescita quattro volte superiore ai servizi, mentre il ruolo dello smartphone diviene sempre più centrale: un terzo degli acquisti online sarà effettuato attraverso dispositivo mobile e per alcuni merchant l’incidenza degli acquisti da questo device supera i due terzi. Le previsioni per il 2018 rivelano che la domanda eCommerce sarà trainata dai prodotti e in particolare da quei settori ormai definiti storici che crescono con un ritmo più vicino alla media.

L'articolo continua nel link in basso...

ADVERTISER.IT - VAI AL SITO

Pagamenti digitali salgono a 46 miliardi di euro.

TAGS IDEALO, GEOBLOCKING, RISPARMIO, PREZZI ONLINE

un tasto blu con immagine del carrello per la spesa

L’e-commerce in Italia avanza a grandi passi ma il suo livello di diffusione è ancora distante da quello di altri Paesi europei. C’è però un ambito in cui tutta Europa è ancora indietro, con danno di tutti i consumatori: l’e-commerce transfrontaliero, con il quale si potrebbero risparmiare diversi soldi. Secondo un’indagine di Idealo, uno dei maggiori comparatori di prezzi online, sono ancora pochi infatti i consumatori che acquistano su siti di e-commerce stranieri. Questo, nonostante i siti esteri propongano spesso offerte molto convenienti. Meno ancora sono gli esercenti italiani che si sono aperti ai clienti stranieri: solo il 22% vende all’estero e solo l’8% ha un sito in doppia lingua. Molto sparuti anche quelli che propongono pagamenti in valuta diversa dall’euro.

L'articolo continua nel link in basso...

REPUBBLICA.IT - VAI AL SITO

Pagamenti digitali salgono a 46 miliardi di euro.

TAGS EPAYMENT, MOBILE PAYMENT, OSSERVATORIO MOBILE PAYMENT, NEW DIGITAL PAYMENT

una carta di credito vicino ad un pos

Cresce nel 2017 la quota di mercato dei pagamenti digitali innovativi in Italia, che raggiungono i 46 miliardi di euro, il 21% del totale dei pagamenti digitali con carta, saliti a loro volta del 10% a 220 miliardi di euro. Le modalità più innovative, tra eCommerce, ePayment, Mobile Payment, Contactless Payment e Mobile pos valgono ora il 21% del totale dei pagamenti digitali con carta, dal 15% del 2016. In particolare, le carte contactless, con 18 miliardi di euro, e le transazioni con il cellulare, a 6,7 miliardi (+60%), valgono insieme oltre la metà del mercato. Secondo l’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano, il mercato complessivo dei New Digital Payment potrà superare i 100 miliardi già nel 2020, contribuendo sempre di più all'erosione del metodo in contanti. Andando più nel dettaglio, nel 2017 gli acquisti con smartphone crescono del 65% nel 2017 e superano i 5,8 miliardi di euro, pari a un quarto degli acquisti online complessivi.

L'articolo continua nel link in basso...

ADNKRONOS.IT - VAI AL SITO

Frodi, 53 mila controlli per vero made in Italy nel 2017.

TAGS AUTORITA' ANTIFRODE, MAURIZIO MARTINA, SCAFFALI VIRTUALI,ICQRF

logo con scritta su sfondo bianco

Oltre 53 mila controlli, 22 mila tonnellate di prodotti agroalimentari sequestrati per un valore di oltre 103 milioni di euro. E' il bilancio delle attività eseguite dall'Icqrf nel 2017 contro frodi e contraffazioni ai danni del vero Made in Italy e dei consumatori. Il report, con i dettagli delle operazioni, è online sul sito www.politicheagricole.it. e conferma l'Ispettorato Centrale Repressione Frodi ai vertici europei tra le Autorità antifrode. ''Questi numeri dimostrano il ruolo guida dell'Italia sul fronte dei controlli - commenta il Ministro Maurizio Martina - primi in Europa e all'avanguardia sul web dove siamo in grado di rimuovere i falsi prodotti di qualità certificata dagli scaffali virtuali delle piattaforme e-commerce''. Le irregolarità hanno riguardato il 26,8% degli operatori, su un totale di 25 mila verifiche; i prodotti controllati invece sono stati 57 mila, mentre sono state inoltrate 455 notizie di reato all'Autorità giudiziaria.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

Pubblicita'/Promozione

Pubblicita'/Promozione