"Senza lilleri 'un si lāllera". Senza i soldi non si fa niente....

Eventi

Ti trovi:Eventi

Elenco Eventi 2018

  • IAB Forum (Novembre)
  • CEO Roundtable on Corporate Innovation (Novembre)
  • SMAU (Ottobre)
  • MAKER FAIRE (Ottobre)
  • FORUM PA (Maggio)
  • DATA DRIVEN INNOVATION (Maggio)
  • DIDAMATICA (Aprile)
  • logo dell'evento

    IAB Forum 2018 (12-13 Novembre, MiCo Ala Sud-Gate 2, Milano)

    Quest’anno ti aspetta un’area espositiva di oltre 10.000 m2 con oltre 60 stand, Speed Date con le aziende sponsor, una Digital Arena con Side Sessions di formazione e speaker del panorama tech, e più di 70 workshop con sessioni di approfondimento per illustrare le principali novità del Digital Advertising. “I AM EVERYWHERE – Challenges of Mobile Society”, claim di questa XVI edizione ideata dal nuovo Direttore Creativo Massimo Coppola, vuole mettere al centro del dibattito la società digitale nel suo complesso. Una società alle prese con una trasformazione sempre più guidata dalle tecnologie e dai dati, che hanno pervaso la quotidianità delle persone con una forza rivoluzionaria. Fiore all’occhiello di IAB Forum è anche quest'anno il Convegno Istituzionale, condotto dalla giornalista televisiva Barbara Serra. Top Guest del mondo Tech e Digital si alterneranno sul palco per interventi visionari sul futuro della nostra industry, e Celebrities di fama internazionale per momenti di confronto e intrattenimento con il pubblico in sala. Si parlerà di Trend del mercato pubblicitario, AI, Blockchain, Mobile Payments, Smart Cities, e molto altro ancora. Tra i primi ospiti confermati: Luciano Floridi, Professore Ordinario Oxford University, offrirà uno scenario esaustivo della Governance dell’Artificial Intelligence; Jim Harris, disruptive innovator, si concentrerà sul futuro della Blockchain; Daan Roosegaarde, artista e innovatore, illustrerà le potenzialità delle Smart Cities.


    LINK: IAB Forum 2018
  • logo dell'evento

    CEO Roundtable on Corporate Innovation (8 Novembre, Four Seasons Hotel, Milano)

    L’8 novembre Hyphen-Italia parteciperà alla quarta edizione del CEO Roundtable on Corporate Innovation organizzato da Fashion e eBusiness, che si terrà al Four Seasons Hotel di Milano. Dopo le prime tre edizioni dedicate a come equipaggiare le eccellenze del made in Italy con il giusto know how digitale, il CEO Roundtable alza ulteriormente il tiro e affronta la sfida strategica più importante per le aziende, quella di governare i processi di innovazione in modo rapido ed efficace. Il convegno si svilupperà lungo l’intera giornata attraverso gli interventi di esperti, CEO E top executive di importanti realtà del settore, moderati dal direttore e CEO di Fashion e eBusiness Marc Sondermann, di fronte a una platea qualificata di addetti ai lavori. Tra gli speaker che parteciperanno all’evento ci sarà anche Stefano Righetti, CEO di Hyphen-Italia, che presenterà la visione e l’approccio alla base dei nostri progetti di trasformazione digitale volti a innovare i modelli di business dei Brand operanti nel settore della Moda e del Lusso. Il Team di Hyphen-Italia sarà presente nel corso di tutta la giornata per confrontarsi con tutti i professionisti interessati sulle numerose tematiche che influenzeranno in maniera sempre più decisiva il futuro della moda e del made in italy.


    LINK: CEO Roundtable on Corporate Innovation
  • logo dell'evento

    SMAU 2018 (23-25 Ottobre, Fieramilanocity, Milano)

    Dal 23 al 25 Ottobre 2018, a Milano si rinnova l’appuntamento con SMAU, l’Esposizione Internazionale di Information Communications Technology, che con il suo circuito di eventi sul territorio, da oltre 50 anni aiuta le aziende a soddisfare il proprio fabbisogno di innovazione, favorendone l’incontro con i vari fornitori di tecnologie. Ecco tutte le informazioni utili su questa manifestazione destinata a catalizzare sempre di più l’attenzione degli operatori del settore e non solo. I temi portanti dell’edizione di Smau Milano 2018, in linea con quelli delle altre tappe del roadshow 2018, saranno l’Industria 4.0, con un approfondimento sulla contaminazione tra sistemi produttivi e l’ecosistema digitale, composto anche da startup, acceleratori e incubatori, anche in ottica Open Innovation; l’Agrifood, raccontato attraverso case history e innovazioni provenienti da startup e imprese, l’ambito Sanità e il tema delle Smart Communities. Questi temi saranno al centro del programma degli Smau Live Show, eventi portanti del format Smau trasmessi anche in live streaming in cui, accanto ai migliori casi di successo di aziende ed enti locali vincitori del Premio Innovazione Smau, partecipano startup innovative, key player del digitale e stakeholder del territorio: un laboratorio di innovazione e contaminazione accessibile a tutti i partecipanti. Ampio spazio è dedicato anche a Smau ICT, un evento nell’evento che offre soluzioni e servizi rivolti al mondo dei professionisti ICT al quale si affianca un calendario di workshop e contenuti che hanno l’obiettivo di fornire competenze tecniche su tematiche di forte attualità. Altro aspetto centrale di Smau Milano 2018 sarà la formazione e l’aggiornamento professionale attraverso un calendario di workshop gratuiti da 50 minuti a cura di docenti, analisti ed esperti. Accanto alle principali tematiche legate alla trasformazione digitale delle imprese, al marketing digitale, ai social media e all’eCommerce, Smau darà spazio nel 2018 ai contenuti formativi che tratteranno di IoT, lean production e Industria 4.0, di internazionalizzazione, di innovazione nell’agrifood, di startup e open innovation, cloud e big data, cyber security, blockchain e fintech. Tra le novità principali gli Startup Safari che guideranno imprenditori e decisori aziendali a scoprire i nuovi protagonisti dell’innovazione. Una serie di tour programmati per i settori Servizi, Commercio&Turismo, Industria, ICT e PA attraverso i quali scoprire le innovazioni più all’avanguardia, stringere la mano ai protagonisti e comprendere come queste realtà possono supportare la trasformazione digitale della propria impresa.


    LINK: SMAU 2018
  • logo dell'evento

    MAKER FAIRE (12 al 14 Ottobre, Fiera di Roma, Fiumicino)

    Un ristorante circolare dove si impara a trasformare gli scarti: nello spazio di Eni da 500 metri quadri, progettato dallo studio Carlo Ratti Associati, sarà allestito un grande ristorante circolare dove quel che si mangia e si beve verrà trasformato in energia: biodiesel da oli di frittura esausti e riciclo di polistirene per la produzione di polistirene espandibile destinato al settore dell’isolamento termico. Poi si potranno incontrare anche musicisti in carne e ossa che si esibiscono con un sistema di intelligenza artificiale e il computer delle missioni Apollo che hanno portato l'uomo sulla Luna: sono solo esempi di come, dal 12 al 14 ottobre presso La Fiera di Roma, la Maker Faire Rome - The European Edition porterà la tecnologia alla portata di tutti. L'iniziativa, promossa dalla Camera di Commercio di Roma e organizzata dalla sua azienda speciale Innova Camera, è stata presentata oggi a Roma, presenti il sindaco Virginia Raggi e l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Lazio Gian Paolo Manzella. "Sono sette i padiglioni organizzati su un'estensione di 100.000 metri quadrati", ha detto il presidente della Camera di Commercio di Roma Lorenzo Tagliavanti. Nata nel 2011 per dare spazio agli artigiani digitali, la Maker Faire è giunta alla sesta edizione e si è ormai affermata come un trampolino dell'innovazione a livello nazionale. "E' destinata ad avere un grande ruolo in futuro", ha aggiunto, "perché è un'iniziativa aperta a tutti, dalle scuole e le università alle imprese, comprese le più piccole, e al grande pubblico". Economia circolare, robotica, intelligenza artificiale e spazio sono i temi della nuova edizione, a cura del 'papà' del software open source Arduino Massimo Banzi, con Riccardo Luna e Alessandro Ranellucci. Oltre mille i progetti presenti alla fiera, arrivati da 61 nazioni.


    LINK: MAKER FAIRE 2018
  • logo dell'evento

    FORUM PA (22-24 Maggio, Roma Convention Center "La Nuvola")

    La costruzione di un'agenda per l'innovazione da presentare alla nuova legislatura. Sarà questo il tema cruciale del FORUM PA 2018 che si terrà a Roma dal 22 al 24 maggio. Nella manifestazione dello scorso anno si era avviato un ambizioso percorso di riflessione introducendo, come filo conduttore, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile introdotti dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite con l’impegno di raggiungerli entro il 2030, quest’anno si punta a fare chiarezza su come raggiungere questi obiettivi, orizzonte di riferimento ineludibile. L’innovazione è letta in questa chiave e l’intera manifestazione è progettata come momento di confronto, elaborazione e proposizione che porterà alla redazione di un Libro Bianco da consegnare al nuovo Governo. Il confronto sarà dunque sulle prospettive per l’Italia del 2030, sulle nuove frontiere del lavoro pubblico, sulla PA, sulle politiche per le città. Veranno appronditi poi in eventi di taglio verticale i grandi temi della politica, della programmazione europea post 2020, della trasformazione digitale e dei processi verso un nuovo modello di PA abilitante, il tutto sempre nell’ottica di costruire insieme una proposta di agenda dell’innovazione. Come consuetidine della manifestazione, verrà raccontata l’innovazione anche attraverso le migliori esperienze che arrivano da amministrazioni e territori: questo il senso del Premio FORUM PA 2018, dedicato a raccogliere i migliori progetti/prodotti concreti che sposino “l’utopia sostenibile” e possano aiutare l’Italia, ed in particolare i singoli territori, ad affrontare le tante debolezze dell’attuale modello di sviluppo, scegliendo un sentiero di crescita sostenibile da percorrere fino e oltre il 2030. Queste le categorie previste dal Premio: Ambiente, energia, capitale naturale; Diseguaglianze, pari opportunità, resilienza; Economia circolare, innovazione e occupazione; Capitale umano ed educazione; Città, infrastrutture e capitale sociale; Giustizia, trasparenza, partecipazione; Salute e welfare. Infine, sarà Stephen Goldsmith, uno dei massimi esperti mondiali in materia di pubblica amministrazione e nuovi modelli di government ad aprire la prossima edizione di FORUM PA, con un intervento il 22 maggio alle ore 10. Lo studioso americano ci offrirà la sua visione di un nuovo modello di governance nella PA, basato sullo sviluppo dei servizi pubblici e della capacità amministrativa attraverso l’outsourcing, le partnership pubblico-private e l’uso efficiente dei dati.


    LINK: FORUM PA 2018
  • logo dell'evento

    DATA DRIVEN INNOVATION (18-19 Maggio, Dipartimento di Ingegneria Università Roma Tre, Roma)

    Data Driven Innovation non è una classica conferenza sul mondo della Data Science, ma è una full immersion sul portato innovativo dei dati in tutti i settori della società e dell’economia. In una società sempre più digitale, in cui siamo tutti produttori e consumatori (anche inconsapevoli) di dati, non possiamo più separare la teoria dalla pratica, la disciplina accademica dalle applicazioni reali. I suoi temi interessano studiosi, ricercatori, aziende, studenti, cittadini. È difficile pensare ad un settore della vita umana che non sia toccato oggi dalla necessità di raccogliere, elaborare ed usare grandi quantità di dati. Data Driven Innovation è il luogo in cui gli specialisti della materia si incontrano per fare il punto e spiegano il proprio lavoro al resto della società. Perché i dati non devono spaventare ma anzi costituiscono per tutti una grande opportunità.

    LINK: DATA DRIVEN INNOVATION 2018
  • logo dell'evento

    DIDAMATICA (19-20 Aprile, Dipartimento di Psicologia, Cesena)

    L’edizione 2018 affronta il tema “Nuovi Metodi e Saperi per formare all’Innovazione” e si prefigge l’obiettivo di promuovere una riflessione sul ruolo sempre più cruciale giocato dalla scuola e dal mondo della formazione per affrontare la sfida del nuovo mondo digitale. La crescita della società digitale e del mercato del lavoro non possono che partire, infatti, dall’istruzione e dalla formazione, ponendo al centro dei processi di apprendimento non solo la tecnologia, ma nuovi modelli di interazione allievo-docente-realtà sociale. «Mai come adesso la formazione digitale rappresenta una leva strategica per orientarsi in una società investita da profondi cambiamenti tecnologici come quella odierna. È per questa ragione che serve un aggiornamento costante delle competenze digitali e trasversali che può essere messo in atto trasformando l’apprendimento in attività permanente: solo in questo modo è possibile, infatti, non solo preparare le giovani leve della nostra scuola alla sfida del mercato del lavoro, ma anche assicurare loro una continua crescita nel corso della loro intera vita professionale.» afferma Giuseppe Mastronardi, Presidente di AICA. «Da anni con AICA lavoriamo per far sì che l’innovazione tecnologica funga da collante tra scuola, istituzioni e aziende per creare un sistema virtuoso, che coinvolga il mondo della formazione e quello del lavoro. Proprio per questo Didamatica rappresenta un’occasione straordinaria per dialogare con tutti gli stakeholder in vista di una necessaria convergenza di obiettivi tra formazione e impresa». Come sempre i lavori si sviluppano in due momenti, ben definiti, ma strettamente interconnessi; le sessioni generali di confronto sui temi fondanti – attraverso relazioni invitate, tavole rotonde, esperienze significative – in particolare in relazione alle competenze che la scuola è chiamata a dare ai giovani, fornendo loro gli strumenti essenziali per affrontare al meglio i loro percorsi futuri, siano essi di studio o di lavoro; e le sessioni scientifiche con la presentazione dei lavori scientifici sottomessi sulla base della Call for Paper.


    LINK: DIDAMATICA 2018