Sos males de sa iuventude bessint in sa bezzesa, I mali e i vizi della gioventu' si vedono in vecchiaia...

Ricerca-Spin Offs

Siete in:Ricerca-Spin-Offs

Figli meno intelligenti dei papà, scendono i punteggi del QI.

TAGS BERNT BRATSBERG, OLE ROGERBERG, EFFETTO FLYNN, NORVEGIA, SERVIZIO MILITARE

disegno di una testa con alcuni puzzle al posto del cervello

I punteggi dei test sul Quoziente d'Intelligenza (QI) hanno cominciato a scendere a partire dagli anni '70, con una media di 7 punti per ogni generazione: lo ha scoperto la ricerca condotta su 730.000 test dal 1970 al 2009, da Bernt Bratsberg e Ole Rogeberg del Centro Ragnar Frisch per la Ricerca Economica in Norvegia. Lo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, indica tra le possibili cause la tendenza dei bambini di oggi a leggere poco e passare molto tempo con i videogiochi. Ricerche precedenti avevano mostrato che nel corso dell'ultimo secolo il QI era in crescita, un fenomeno conosciuto come effetto Flynn, probabilmente grazie a un insieme di fattori: miglioramenti nell'alimentazione, nella salute e nell'educazione e altri. Ma ora sembra che la tendenza si sia invertita: i ricercatori hanno analizzato i test di 730.000 giovani uomini durante l'ingresso nel servizio militare norvegese, dal 1970 al 2009, scoprendo che i valori non solo hanno smesso di salire ma stanno calando ad ogni generazione.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

Il grafene si 'accende', svolta per le telecomunicazioni.

TAGS CARBONIO, POLITECNICO DI MILANO, IIT, GIULIO CERULLO, ANDREA FERRARI

ingrandimento di una rete del grafene

Scoperta una rivoluzionaria proprieta' del grafene che potrebbe imprimere una svolta nel campo delle telecomunicazioni: il 'materiale delle meraviglie', costituito da un sottilissimo foglio di atomi di carbonio, e' in grado di 'accendersi' a comando, generando un arcobaleno di luci che puo' essere regolato elettricamente. Il fenomeno, finora neppure previsto, potrebbe essere sfruttato per realizzare nuovi dispositivi ottici miniaturizzati per trasmettere su banda larga un'impressionante quantita' di dati in modo ultra veloce. A indicarlo e' lo studio pubblicato sulla rivista Nature Nanotechnology dal Politecnico di Milano con l'Universita' di Cambridge e l'Istituto Italiano di Tecnologia (Iit). La ricerca rientra nell'ambito del progetto bandiera europeo Grafene, da un miliardo di euro in dieci anni.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

Tutte le sfide dell’intelligenza artificiale.

TAGS MICROSOFT, BOT AUTOMATICI, FAKE NEWS, MIGUEL GONZALEZ-FIERRO, ROBOT

la mano di un robot e quella umana

L’impatto che l’intelligenza artificiale sta avendo sulla società è sotto gli occhi di tutti: dall’avvento, ormai prossimo, delle auto che si guidano da sole fino ai software in grado di svolgere lavori in settori delicati come quello medico e legale; per non parlare delle prospettive di una guerra sempre più automatizzata e affidata alle armi robotiche . Tutte queste evoluzioni tecnologiche pongono fondamentali dilemmi etici, al centro di un recente paper in cui Miguel Gonzalez-Fierro, accademico e data scientist di Microsoft, ha messo in fila tutte le più pressanti questioni riguardanti gli algoritmi di machine/deep learning. Nel corso degli ultimi due anni è uscito allo scoperto il ruolo che le fake news diffuse sui social network potrebbero aver avuto nell’elezione di Donald Trump e nella vittoria della Brexit. Notizie false, costruite appositamente per confondere l’opinione pubblica e messe in circolazione da troll se non addirittura da bot automatici.

L'articolo continua nel link in basso...

LA STAMPA.IT - VAI AL SITO

Dall'Italia tatuaggi hi-tech, elettronica come seconda pelle.

TAGS ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA, ADVANCED SCIENCE, ELETTRODI, ISTITUTO DI BIOROBOTICA

un chip stampato su un polso

Tatuaggi hi-tech che si trasferiscono sulla pelle e vi aderiscono perfettamente, sottilissimi e flessibili: sono stati realizzati in Italia e aprono la strada a elettrodi e sensori di nuova generazione che potranno essere utilizzati, ad esempio, per elettrocardiogrammi e altre tecniche di diagnosi. Descritti sulla rivista Advanced Science, sono il risultato della collaborazione fra Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) di Genova, Università Statale di Milano e Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

Gli elettrodi vengono stampati direttamente sulla carta dei tatuaggi trasferibili utilizzando una stampante a getto di inchiostro e inchiostri organici, compatibili con la pelle e in grado di condurre l'elettricità. Grazie a queste caratteristiche gli elettrodi possono essere realizzati nella forma che meglio si adatta all'area in cui devono essere applicati, compreso il volto. Riescono a trasmettere il segnale elettrico per un periodo che arriva a tre giorni, contro le otto ore degli attuali elettrodi, e senza inumidire la pelle con un gel.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

Pubblicita'/Promozione

Pubblicita'/Promozione