Quannno lu ventu cattiu vidi arrią, canna che se piega devi diventą. Quando il vento cattivo vedi arrivare, canna che si piega al vento devi diventare.

eNews&Apps

Siete in:eNews&Apps

Andrea Pezzi: «Diventeremo cyborg, a rischio di infelicità».

TAGS GAGOO, DIGIDAY VIDEO AWARDS, ADVERTISER, MYINTELLIGENCE

scritta gagoo in nero verde e rosso

C’è chi si ricorda di Andrea Pezzi - oggi 43 anni - perché fu il primo veejay di Mtv che faceva impazzire le ragazzine, chi perché scappò con l’attrice Claudia Pandolfi fresca di nozze. C’è chi lo conosce perché è fidanzato con l’attrice Cristiana Capotondi. Undici anni fa, Pezzi lasciava la televisione e diventava imprenditore nel digitale. Parecchi gli diedero del pazzo, lo guardarono con scetticismo. Un mese fa, a Londra, una delle sue quattro aziende ha ricevuto il Digiday Video Awards Europe, finora vinto da grandi del web. Il Sole 24 ore ha definito il suo gruppo, valore stimato 150 milioni di euro, “la holding italiana di start up britanniche”. L’articolo si chiedeva «se è possibile aprire start up internazionali a catena finanziando le successive con gli utili delle precedenti» e rispondeva che lui, Pezzi, ci è riuscito. Con buone idee, molto lavoro, dividendi mai distribuiti e utili sempre reinvestiti. Tasse pagate in Italia.

L'articolo continua nel link in basso...

CORRIERE.IT - VAI AL SITO

Prima mappa del darkweb, il lato oscuro di Internet.

TAGS SENSEABLE CITY LAB, FACEBOOK, HACKER, ARXIV, .ONION

iceberg diviso in tre livelli che rappresentano il web

Arriva la prima mappa del darkweb, la parte più inaccessibile e nascosta della rete internet. A metterla a punto è stato un gruppo di ricerca coordinato dall'italiano Carlo Ratti, direttore del Senseable City Lab all'Istituto di Tecnologia del Massachusetts (Mit). Secondo lo studio pubblicato online su arXiv sarebbe improprio definire il darkweb come una rete perché le connessioni tra i suoi siti sono molto inferiori a quelle del web che tutti conosciamo. Buona parte del world wide web è invisibile, infatti sotto la 'superficie' accessibile attraverso i motori di ricerca esiste un mondo nascosto, detto 'deep web', che si stima essere 500 volte più grande. Si tratta di contenuti di ogni tipo, dalle reti aziendali alle pagine Facebook, che per un motivo od un altro non possono essere visualizzati liberamente ma che sono la vera impalcatura invisibile della rete.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

Su Twitter 48 milioni di profili sono 'robot'.

TAGS SOFTWARE AUTOMATICI, CINGUETII, OPINIONE PUBBLICA, FAKE NEWS

un robot con la t di twitter in petto e mani di piume

Su Twitter 48 milioni di profili sono 'bot', cioè software automatici e non persone in carne ed ossa. E la tendenza è in crescita. E' quanto emerge da una ricerca messa a punto nei giorni scorsi dalle università della California del Sud e dell'Indiana: hanno calcolato che sulla piattaforma dei cinguettii i 'bot' sono presenti in una percentuale compresa tra il 9 e il 15% dei profili, che al momento ammontano globalmente a 319 milioni di account attivi. "Quello che preoccupa di piu' e' che possono distorcere la visione del mondo che abbiamo online, manipolando cosi' l'opinione pubblica - spiega Filippo Menczer, dell'Università dell'Indiana, uno degli autori della ricerca -. Possono creare l'impressione che un'idea o una persona siano popolari quando non lo sono, o che ci sia una forte opposizione quando non c'e'".

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

In Italia pochi progressi sul digitale, resta 25ma in Ue.

TAGS DESI, COMMISSIONE EUROPEA, SOCIETA' DIGITALE, COMPETENZE DIGITALI

nuvola con le cinque competenze per indice desi

A distanza di un anno dall'ultima valutazione, l'Italia non fa progressi nel settore digitale: secondo l'indice della Commissione europea che misura il percorso dei Paesi verso un'economia e una società digitalizzate (DESI), l'Italia si piazza al 25mo posto, esattamente come l'anno scorso. In particolare, sull'utilizzo di internet i numeri sono talmente bassi che l'Italia è penultima in Europa: solo la Romania fa peggio. Tutte le componenti dell'indice DESI sono sotto la media europea, anche se l'uso delle tecnologie digitali da parte delle imprese e la fornitura di servizi pubblici si avvicinano alla media. Rispetto all'anno scorso Bruxelles vede progressi sulla connettività, in particolare attraverso un miglior accesso alle reti di nuova generazione. Ma il vero problema è "la sua bassa performance nelle 'competenze digitali' che rischia di essere un freno all'ulteriore sviluppo dell'economia e della società digitali", scrive la Commissione.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

Un 'vaccino psicologico' contro le bufale online.

TAGS UBER, AIRBNB, ETSY, FOODORA, PEW RESEARCH CENTER

tasto rosso con scritta bufala

E' sempre vivo il dibattito sulle 'fake news', le bufale online, che secondo alcuni analisti avrebbero addirittura favorito le elezioni di Trump. In particolare, contro le notizie false sul cambiamento climatico che circolano online, un gruppo di psicologi sociali ha sperimentato un 'vaccino psicologico'. Così come in medicina il vaccino prevede di esporre i corpi a una versione indebolita del virus per stimolare la produzione di anticorpi, gli esperti hanno pensato di inoculare nelle menti piccole dosi di disinformazione per stimolare una resistenza alle notizie false. In uno studio pubblicato sulla rivista Global Challenges, scienziati delle università di Cambridge, Yale e George Mason hanno informato un campione di persone sulle tattiche di distorsione della realtà, e poi hanno esposto le stesse persone a un piccolo quantitativo di 'fake news'. Obiettivo era fornire un "repertorio cognitivo" che avrebbe aiutato ad essere meno sensibili alle bufale.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO

In Francia il diritto di 'staccare', niente mail fuori lavoro.

TAGS DIRITTO DI SCONNESSIONE, SMARTPHONE, FRANCIA, MAIL DI LAVORO

un bambino regge un cartello con scritta danger cyberbullismo

Basta smartphone e tablet sempre accessi con gli occhi pronti a intercettare l'ultima mail di lavoro. Da ieri in Francia è scattato il 'diritto di disconnessione', una norma - prevista dalla nuova legge sul lavoro - che regala ai dipendenti la possibilità di non tenersi sempre aggiornati, 24 ore su 24, riconoscendo loro il diritto di 'staccare'. La normativa prevede che tutte le aziende con oltre 50 dipendenti dovranno negoziare codici di buona condotta con i sindacati, che includano anche la definizione precisa di momenti del giorno o della settimana in cui i dipendenti hanno il diritto di non essere connessi, dandogli il diritto di non controllare supporti o device. Con un obiettivo: poter ignorare i messaggi, le mail e le comunicazioni in alcune fasce orarie. E, comunque, garantendo il diritto a non rimanere connessi giorno e notte e vietando qualsiasi tipo di sanzione se non si è visto un messaggio.

L'articolo continua nel link in basso...

ANSA.IT - VAI AL SITO LA REPUBBLICA.IT - VAI AL SITO

Pubblicita'/Promozione

Pubblicita'/Promozione